Dalla Creatività Sostenibile alla relazione culturale per la natura

Stretta sinergia collaborativa fra Arte, Didattica, Impresa e Ambiente, per valorizzare tecniche artistiche e artigianali entro le logiche aziendali.
12 Febbraio 2022

Dalla Creatività Sostenibile alla relazione culturale per la natura” è il titolo del convegno che si è tenuto venerdì 11 febbraio alle ore 18.00 al Castello di Colloredo di Monte Albano. Ultima tappa dell’articolato work in progress di CREAttivo #2, propone una corale riflessione innanzi a video e slideshow di un progetto fondato sul principio del Team, perché le sfide si lanciano in squadra. Con l’intento di mettere in scena un concreto processo d’ideazione e produzione, nella stretta sinergia collaborativa fra Arte, Didattica, Impresa e Ambiente, per valorizzare tecniche artistiche e artigianali entro le logiche aziendali. Facendo leva sull’intrinsecità di due materie generate in natura – le tessere musive sul legno d’arredo – il progetto sollecita il suggestivo dialogo fra l’estetizzazione della vita quotidiana e la necessaria transizione ecologica, come verrà sottolineato nel corso del Convegno. Nel solco di un credo che radica l’innovazione in progettualità lungimiranti, fondate sull’attenta osservazione della nostra identità sociale e culturale, CREAttivo intreccia la cultura – tesa fra arte musiva, fotografia, video, performances attoriali e coreutiche – alla produzione industriale dell’arredo ligneo, ponendo in prima linea i valori ambientali e sociali. Dal progetto al prodottoRiflettere la produzioneIncontro nel verde: le tre sezioni della mostra CREAttivo # 2, visitabile fino al 13 febbraio al Palazzo Tadea di Spilimbergo (lunedì-venerdì 10.30.12.30; sabato e domenica anche 15.00-19.00), che riassumono il concept dell’intero progetto, si catapulteranno nell’ambito del convegno attraverso videoproiezioni, immagini e riflessioni. L’incontro al Castello di Colloredo intende sensibilizzare gli imprenditori, le Istituzioni pubbliche, gli artisti e l’intera collettività nei confronti della creatività sostenibile, capace di attivare relazioni culturali e produttive finalizzate alla salvaguardia dell’ambiente e della socializzazione. Intende farlo in modo concreto, ossia riflettendo su una vera e propria case history, quindi su un esempio già attivato e realizzato. Oltre alla prima edizione di CREAttivo, infatti, l’articolato work in progress di CREAttivo #2 ha organizzato il Concorso internazionale d’idee Mosaico&Design, ha prodotto prototipi d’arredo impreziositi da interventi musivi, ha realizzato stampe fotografiche e un video che ripercorrono i processi produttivi nelle aziende e alla Scuola Mosaicisti del Friuli. Dopo queste fasi operative “dietro le quinte”, ha messo in scena il proprio operato attraverso due eventi pubblici in altrettante stagionalità, suddividendo i prodotti fra arredo da outdoor e arredo d’interni. D’estate al Parco del Castello di Gemona sono stati collocati permanentemente un kit tavolo-panchine e una bacheca informativa, entrambe contrassegnate dal mosaico, le cui identità e funzionalità sono state messe in scena con performance attoriale e coreutica. D’inverno, invece, la mostra spilimberghese ancora in corso ha presentato un’ambientazione da interni, riattraversando però l’intero sviluppo progettuale attraverso i progetti musivi, cinquanta fotografie e un video che ripercorrono le fasi produttive nelle aziende Legnolandia, Gervasoni, Very Wood e alla Scuola Mosaicisti del Friuli, dove sono stati selezionati i vincitori del Concorso Internazionale d’idee Amos Carcano, Iris Picco, Jonas Paul Giubbini e Laura Seravalli.

RubricheVedi tutte »

Ultime News

Link

 
“Ogni respiro, ogni passo può essere riempito di pace, gioia e serenità. Basta semplicemente essere svegli, essere vivi nel momento presente”.
 
Thich Nhat Hanh